EUGENIO BOVA

Eugenio Bova, nacque a Roccella Jonica il 26 novembre 1875. Dal padre ebbe la spinta ad abbracciare gli ideali di libertà e democrazia, che rafforzò a Napoli, dove si laureò in giurisprudenza. Quando rientrò a Roccella, alla fine degli studi, aderì al partito socialista, coinvolgendo altri giovani e creando leghe, circoli e sezioni di partito in tutta la zona. Egli, fu il presidente del primo circolo socialista di Roccella ed il 1° maggio del 1903 fondò ufficialmente la prima sezione di partito. Il 4 ottobre 1903, si tenne a Roccella, il terzo congresso regionale socialista, durante il quale venne eletto nell’Esecutivo Regionale. Nel 1906 fondò la Società di Mutuo Soccorso e Beneficienza "Il lavoro". Durante il Congresso di Livorno del 1921, visto lo scontro politico della sinistra riformista  e della sinistra radicale, egli insieme ad altri compagni aderì al nuovo Partito Comunista, lanciando la proposta della costituzione di una Federazione Comunista nella jonica. Durante il periodo fascista, si dedicò quasi esclusivamente alla sua professione di avvocato. Dopo la caduta del fascismo, riprese il suo posto nel Partito Comunista, nel quale rimase come militante attivo fino alla sua morte, avvenuta a Locri nel 1954.