Proroga del protocollo d’intesa tra l’Osservatorio Ambientale Diritto per la Vita ed il Comune di Roccella

immagine

E’ stato prorogato per altri tre anni il protocollo d’intesa  per la diffusione on line dei dati relativi alle analisi dell’acqua potabile tra l’Osservatorio Ambientale Diritto per la Vita ed Comune di Roccella.

L’accordo siglato tra  il presidente dell’ente  Arturo Rocca ed il sindaco Giuseppe Certomà autorizza  l’Osservatorio alla pubblicazione e divulgazione dei dati sulle analisi chimiche fisiche e batteriologiche, effettuate regolarmente, almeno ogni sei mesi, sulle acque di rete pubblica su un sistema informativo geografico sul web https:/acquapotabile.crowdmap.com con l’obiettivo generale di promuovere tra la popolazione l’utilizzo dell’acqua di rete per il consumo umano, riducendo conseguentemente i rifiuti derivanti da contenitori di plastica ed altri contenitori di liquidi e con l’auspicio  della riqualificazione delle fontanelle comunali, con conseguente cura del decoro urbano.

L’idea dell’Osservatorio  nasce anche dalla volontà di contrastare il generale sentimento di sfiducia della popolazione nei confronti di enti preposti al controllo delle acque potabili, alimentato recentemente dal sospetto sui presunti interramenti di rifiuti tossici che si sarebbero verificati anche in Calabria.

Al fine di promuovere le iniziative del protocollo e la conoscenza dei rapporti di prova delle analisi effettuate, verrà inserita un’apposita nota nell’avviso del pagamento della bolletta del canone idrico inviato all’utenza o attraverso una pagina sul sito web del Comune che rimandi, con un collegamento ipertestuale, al sito dell’Osservatorio.

Sul portale sarà presente anche una sezione dedicata ad eventuali segnalazioni. 

 

Stefania Parrone