Incontro sulla stagione balneare 2017

immagine

In vista della stagione estiva, si è tenuto al Convento dei Minimi di Roccella Ionica, alla presenza dei sindaci del Circondario marittimo e dei proprietari e gestori di stabilimenti balneari,  un incontro programmatico che approfondito l’aspetto della sicurezza in mare e una serie di tematiche di interesse dei concessionari demaniali, alla luce delle ordinanze in materia emesse sia dal Comune, sia dal locale Ufficio Circondariale Marittimo.

Sono intervenuti: il Primo Cittadino di Roccella Giuseppe Certomà, il responsabile della Polizia Municipale Alfredo Fragomeli, la presidente del Comitato Croce Rossa Italiana“Riviera dei Gelsomini” Concetta Gioffrè, affiancata dal dott. Giuseppe Tallarida, il comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Roccella Tenente di vascello Pietro Alfano, affiancato dai sottufficiali  Antonio Iacovelli, Angelo Marinelli e Giuseppe Zilli.

Dopo i saluti  del Sindaco, il comandante dei Vigili Urbani Fragomeli ha illustrato le disposizioni contenute nell’ordinanza comunale di balneazione tuttora vigente (nr.08/2014) per l’uso del demanio, i comportamenti dei bagnanti sull’arenile, le criticità e le principali violazioni, ricordando la presenza di un’area attrezzata per i proprietari di cani.

"Dobbiamo lavorare in sinergia perché il mare è un sistema aperto, sforzandoci di dare la massima fruibilità agli utenti e garantire al tempo stesso attraverso adeguati controlli, la loro stessa sicurezza", ha auspicato il responsabile della Polizia Municipale .

Concetta Gioffrè e Giuseppe Tallarida della Cri hanno posto l’accento sugli aspetti sanitari legati al tema della balneazione, richiamando il decalogo dei comportamenti del bagnante, le dotazioni di pronto soccorso necessarie per i proprietari degli stabilimenti, l’importanza delle manovre salvavita."Una corretta gestione dell’emergenza aiuta noi sanitari ad avere  una migliore resa", ha evidenziato Tallarida. "Sarebbe auspicabile che ogni stabilimento si dotasse di un defibrillatore", ha aggiunto Gioffrè.

Il comandante del Circomare Pietro Alfano ha rimarcato quanto sia necessario impegnarsi in attività e, per i proprietari dei lidi, investire in dotazioni che garantiscano la sicurezza in mare per permettere a tutti gli appassionati di poterne fruire tranquillamente sia sotto l’aspetto della navigazione sia della balneazione, mentre i sottufficiali Iacovelli, Marinelli e Zilli hanno presentato le innovazioni normative (utilizzo attrezzature a propulsione elettrica per il salvataggio; introduzione delle fasce orarie per acquascooter e moto d’acqua; impiego delle unità cinofile per il salvamento) e le principali disposizioni dell’ordinanza sulla sicurezza balneare della Guardia Costiera attualmente vigente (nr.09/2016).

 

Stefania Parrone