Consegnati i lavori di ripristino funzionale del waterfront di Roccella Ionica

 

 

Si è svolta nel largo Colonne Rita Levi Montalcini la cerimonia di consegna dei lavori di ripristino funzionale del waterfront della cittadina.

 

Ad illustrare il progetto alla cittadinanza l’assessore comunale ai Lavori Pubblici Francesco Scali ed il dirigente dell’Area tecnica del Comune di Roccella ing. Lorenzo Surace (Responsabile unico del procedimento),  alla presenza dell’arch. Caterina Agostino e dell’ing. Antonello Manno, progettisti e direttori dei lavori.

 

“E’ una delle tante opere pubbliche in  cantiere che riguarda un punto centrale e nevralgico di Roccella che sarà rimodulato e migliorato nella fruibilità in asse con le due piazze principali della cittadina”, ha introdotto Scali. “Un progetto ambizioso – ha aggiunto - frutto della capacità dell’amministrazione comunale di intercettare un finanziamento importante di 600 mila euro nell’ambito dei  Patti per il Sud – Fondo Sviluppo e Coesione”.

 

Durante la cerimonia,  l’assessore Scali ha rivolto un  pensiero all’arch. Vincenzo Asprea, componente del Raggruppamento temporaneo di professionisti (Rtp) a cui è stato affidato l’incarico di progettare l’opera e prematuramente scomparso nei mesi scorsi, ricordandone le doti professionali e il profondo attaccamento al proprio paese. Pensiero condiviso e ripreso anche dall’ing. Lorenzo Surace che ha ricordato “il gusto unito alla professionalità dell’arch. Asprea, il quale aveva realizzato negli anni passati anche il progetto di prolungamento della via Marina lato nord”.

 

Il dirigente dell’Area tecnica ha ripercorso l’iter amministrativo del progetto, finanziato dalla Città Metropolitana con i fondi Pon per il triennio 2018-2020 e inserito nelle opere strategiche  per l’area di intervento “Turismo e Cultura - Valorizzazione ambientale e culturale”.

 

“Il progetto definitivo – ha aggiunto Surace - è stato approvato a febbraio scorso e quello esecutivo ad aprile, ben otto mesi prima della scadenza temporale rispetto al cronoprogramma della Città Metropolitana. Ai primi di agosto è stato pubblicato l’esito definitivo di aggiudicazione della gara di appalto  e pochi giorni fa, il 13 settembre, è stato stipulato il contratto con la ditta Isa Restauri e Costruzioni srl di Mistretta. La durata dei lavori è di 150 giorni”.

 

Nell’illustrare gli interventi previsti nel progetto di rifunzionalizzazione del waterfront,  l’ing. Surace  ha posto l’accento sullo  slargo centrale che sarà realizzato con una pavimentazione di pregio,  come “spazio unico per le manifestazioni, dove saranno abbattuti i marciapiedi e sarà realizzata un’isola pedonale estiva ma carrabile”, sul “disegno armonico e stilizzato scelto per le nuove  sedute che saranno create attorno alle palme esistenti”, sul trasferimento e ripristino del mosaico di Nik Spatari, attualmente situato nell’anfiteatro di largo Colonne e sul  rinnovamento delle sottostrutture e servizi.

 

Il prof. Giuseppe Certomà, Sindaco della cittadina, nel concludere la cerimonia, ha  fatto presente che “sul  tratto di lungomare che sarà interessato dal cantiere non si interveniva da almeno 40 anni” e si è detto convinto che “a lavori ultimati sarà una cornice ancora più bella e  funzionale per gli  eventi artistici e culturali  ma anche un salotto con vista sul Mediterraneo, al quale guardare con spirito di inclusione e di pace nei confronti di culture diverse”.

 

 

Stefania Parrone